Orciani Protagonisti

Orciani: borse, cinte, pelletteria made in Italy


Era il 1978 , avevo 23 anni e cercavo disperatamente una cintura adatta ad un ragazzo della mia età, così decisi di fabbricarne una con un pezzo di pelle presa da un calzolaio. La cintura piacque moltissimo ad una amica che aveva una boutique, tanto che mi spronò a fabbricarne altre. Guardai il calendario e non mi dimenticai più quella data, era il 15 gennaio 1979“.

Claudio Orciani si pone fin da subito l’obiettivo di creare una cintura diverse da quelle classiche presenti sul mercato, e non conoscendo fornitori, concerie e senza aver ricevuto know how in eredità, fa di necessità virtù puntando tutto sulla creatività. Inizia così un percorso fatto di studio, che elude le mode del momento. Claudio Orciani ricerca il minimal assoluto, realizzando per esempio una cintura molto bombata senza cucitura. E fra le tante novità adottate poi dall’intero settore, Orciani crea la prima cintura in pelle elasticizzata. Piano piano si elabora il DNA del brand: dinamismo, anticonformismo, creatività , eccellenza delle materie prime e passione per una lavorazione artigiana di qualità. L’area più suggestiva e preferita da Claudio Orciani all’interno dello stabilimento è il laboratorio così detto del “demiurgo” (figura della mitologia greca che con l’acqua e il fuco trasformava la materia), dove si lavora la pelle anche con il fuoco. Nel frattempo Orciani crea le prime borse e anche qui si sperimentano forme e lavorazioni inedite. I pellami sono di qualità primaria, come le esclusive pelli di concia vegetale provenienti dalle migliorie concerie italiane.

Nel 2013, inspirandosi ai primi anni di attività, quando non avendo fibbie era costretto ad usare chiusure a incastro, Claudio Orciani inventa Nobuckle , destinata a sostituire la tradizionale cintura con fibbia. Nobuckle è rivoluzionaria ed è alla base del progetto Aeroporti nel Mondo, con il format della maxi valigia dei suoi pop up store negli aeroporti internazionali. Il primo è stato aperto a Milano Malpensa nel dicembre 2013.

IL MONDO DELL’ARTE
Figura eclettica, fuori dalla mischia, Claudio Orciani collabora anche con artisti di grande fama quali Arnaldo Pomodoro, Mario Ceroli e Valeriano Trubbiani, realizzando un trittico di cinture d’artista in tiratura limitata. Questo accade nel 1997, come testimonia il libro con introduzione di Gillo Dorfles.

Anche il Rock e la sua anima sono una fonte di ispirazione continua per Orciani che crea chitarre artistiche realizzate dall’assemblaggio di parti di cinture / borse / guanti / portafogli; tutti prototipi realizzati in fase di ricerca.

Nel 2013, Orciani partecipa alla produzione del film “Il Giovane Favoloso” del regista Mario Martone dedicato alla tormentata vita del poeta marchigiano Giacomo Leopardi, che è stato presentato lo scorso settembre Festival del Cinema di Venezia.

L’IMPRONTA ECOLOGICA
Orciani è anche una azienda che rispetta la natura e sfrutta le energie alternative. Nello stabilimento, ha creato un impianto fotovoltaico, che alimenta una unità geotermica che funge da riscaldamento o da raffreddamento.
La nostra azienda utilizza 100% energia rinnovabile con certificazione Europea EECS-GO.
Lo stabilimento è dotato di un impianto geotermico innovativo che sfrutta l’acqua del sottosuolo per il riscaldamento e raffreddamento degli ambienti, evitando utilizzo di gas metano.
Parte dell’energia viene prodotta da un impianto fotovoltaico installato senza utilizzare alcun incentivo statale.
Orciani Spa promuove, con spirito assolutamente volontario, una politica di efficienza energetica finalizzata alla riduzione degli sprechi ed incentivando il comportamento virtuoso di tutti i collaboratori.

COLLEZIONE UOMO FW ’16-‘17

Eclettica e anticonformista, ma anche classica e sofisticata. Questa la nuova collezione firmata Orciani, che in un gioco di contrasti e stili, rimane in equilibrio tra artigianalità e innovazione, tra poesia ed hi-tech.
Contemporanea, ma con il gusto del tailoring, del fatto a mano.

Il passato accelera verso il futuro: nelle cinture come nelle borse, acquista una forza nuova.

CINTURE- bombate o elasticizzate all’insegna di un classico rivisitato dove la matericità si sposa con l’essenzialità dei pellami e delle lavorazioni.
Le spazzolature accentuano il sapore “england” e l’effetto “used”, mentre borchie, microborchie, grappe metalliche solcano la superficie della pelle, dall’aspetto decisamente “wild” e post-industriale.
Spazio alla creatività nelle incisioni, nelle ardite laserature, nei colori e negli intrecci con giochi di spessori e volumi che si incastrano, si fondono fino a dare vita a forme insolite. Motivi geometrici che diventano segni grafici, trame e stampe sulla pelle che le conferiscono ancor più carattere.

BORSE- Lo zaino, accessorio genderless per definizione e stile, arrichhisce il guardaroba maschile con un look più urban e street. Orciani lo propone in tre varianti. In NORWAY, pensato per un uomo dinamico e sportivo, in SOFT per soddisfare le esigenze di chi vive nella metropoli e si muove tra ufficio e casa, in OUTLAND per l’uomo che desidera un tocco glam e rock.

La serie JAPAN, composta dalla tracolla di forma trapezoidale e da una tote bag, è perfetta per il lavoro, il viaggio e il tempo libero.

La serie WORKER in SOFT perde la sua rigidità per diventare morbida, grintosa e colorata senza rinunciare però alla funzionalità. A completare e rallegrare questo mood, la piccola pelletteria, sempre in SOFT, pratica ed essenziale.

Infine la serie CROSSER e SET CITY, uno zaino che diventa borsa mano, sacche morbide, tracolle capienti, cartelle destrutturate all’insegna del confort e di una sofisticata semplicità.

CAPISPALLA E BRACCIALI- A fare da corollario, come sempre, la serie di bracciali che riproduce in “miniatura” la qualità e la creatività presente nelle cinture e i capispalla, che di collezione in collezione acquistano una ben precisa identità, sintesi perfetta dei valori ORCIANI.

COLLEZIONE DONNA A/I 2016/2017
Sapiente mix di creatività e praticità, la collezione A/I 16/17 di Orciani, nasce dalla volontà di ascoltare le tendenze moda, per poi elaborarle secondo il proprio DNA: materia ed essenzialità.
Accanto al SOFT, morbidissima pelle martellata, troviamo il sapore selvaggio della CROSTA (SENSORY), la raffinata morbidezza del MONTONE abbinato alla pelle (VALLEY FUR) per finire con una libera interpretazione delle stampe maschili realizzate su pelle (TWEED).
La materia si arricchisce di fantasia, non solo con microborchie e frange, ma anche con le nuove forme: sinuose o squadrate, ampie o concentrate, eleganti o sportive, il tutto all’insegna del motto “EASY & CHIC”.
La palette cromatica è decisamente accesa: nuances forti e sofisticate su toni che spaziano dal marrone (ruggine) al verde militare per accendersi in un intenso giallo senape.
BORSE:
Sveva Color- Variante giocosa, divertente e decisamente fashion della it-bag della collezione estiva con profili colorati e pon pon in pelliccia, su fondo total black.
Lola Bag: una “bisaccia” dalla linea morbida, con una patta sagomata, curvilinea, declinata nella semplicità del SOFT, resa dinamica dalle frange del VALLEY, impreziosita dalle borchie nel materiale SENSORY o nella versione stampa cocco del NEW CAYMAN.
Aida: Il bauletto perde la sua rigidità e diventa morbido con una chiusura a doppia zip che lo arricchisce sotto il profilo estetico e le rende sicuro al lato

PICCOLA PELLETTERIA:
Uno spazio sempre più importate si ritaglia la piccola pelletteria che quest’anno si arricchisce di una modelleria semplice, ma di grande attualità: la tasca, in due dimensioni, per contenere l’indispensabile e non smarrire l’utile. Basica, la versione in Soft, simpatica quello in Soft Color, modaiola quella in Tweed.

CINTURE:
Le cinture rispecchiano la sofisticata semplicità delle borse: basiche e raffinate, con fibbie dalle forme ricercate o rivestite; dall’altezza media fino alla cintura alta che segna la vita.
CAPISPALLA:
Sempre all’insegna della semplicità, i capispalla donna: forme che si ripropongono, il trench lungo e vezzoso, elegante nella versione in nappa e strong in quella in crosta; così come il chiodo e il giacchino.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *